Il test della visione crepuscolare

gen 19

La visione crepuscolare è uno dei test obbligatori previsti dal codice della strada per la valutazione dei candidati al conseguimento o rinnovo dell’idoneità alla guida per tutte le categorie. Quindi viene eseguito ogni volta che viene eseguita una visita per la patente di guida. Il razionale del test è quello di valutare la capacità visiva del candidato in tutte le più comuni condizioni in cui si potrebbe trovare a condurre un veicolo e per farlo nella massima sicurezza fisica e clinica possibile.

La procedura è molto semplice prevede, classicamente, la valutazione su una tavola optometrica con luce affievolita, di una minima capacità visiva binoculare di 1 o 2/10 ( a seconda della categoria di patente) in un’ambiente oscurato (previo adattamento alle condizioni di oscurità). Oppure ancora più semplicemente utilizzando un’idoneo strumento elettronico opportunamente tarato per ricreare le condizioni “classiche “.

Tale procedura è esplicitamente prevista nella circolare del ministero della salute del 25 luglio 2011 ( min_salute25072011).

Come sempre, il test può essere ripetuto in caso di non superamento, ma nel remoto caso in cui il candidato non riuscisse a risultare idoneo, la norma prevede l’invio presso la Commissione Locale dell’Asl di appartenenza per le valutazioni del caso ed eventualmente, per la limitazione di idoneità alla guida diurna.

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


− 2 = due

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>